Turismo in provincia di Reggio Calabria: problemi e prospettive

Il Partito Repubblicano Italiano ha organizzato, sabato 22 giugno a Reggio Calabria, il convegno “Turismo in provincia di Reggio Calabria: problemi e prospettive”. Al tavolo dei relatori personalità eccellenti del settore economico del turismo in Italia. Il Segretario nazionale del PRI On. Francesco Nucara, ha aperto i lavori sottolineando lo stato in cui versa il turismo nella provincia di Reggio Calabria per una vera e propria carenza delle condizioni minime per lo sviluppo del settore con l’assenza di infrastrutture di accesso al territorio provinciale, la scadente qualità dell’offerta di servizi sanitari, la situazione ambientale dei rifiuti ai limiti del collasso. Il Segretario nazionale ha evidenziato come questa crisi sia di tipo sistemica e soprattutto politica.

Il Direttore Generale di Federalberghi Alessandro Nucara ha fotografato con l’esposizione puntuale di dati socio economici e immagini l’andamento del turismo e indicato soluzioni possibili seguendo alcune direttrici per l’inversione dell’andamento economico negativo del turismo a Reggio: raggiungibilità del territorio, ambiente e decoro urbano; attrattori quali le tradizioni, la natura, l’enogastronomia, la storia, la cultura, l’identità; rinnovare e promuovere il prodotto turistico; investire sulle risorse umane; destagionalizzare; guardare ai nuovi mercati (Brics e non solo); intercettare i top spenders. Il Prof. Vittorio Caminiti Presidente di Federalberghi Calabria è intervenuto esponendo nei dettagli le criticità del settore turistico con particolare riguardo all’offerta della ricettività confrontata con i bacini turistici della regione, quali quello della Sibaritide, che hanno assorbito notevoli finanziamenti. Il Governatore della Calabria, Dott. Giuseppe Scopelliti ha fatto una ricostruzione storica delle problematiche del turismo a Reggio mettendo in evidenza l’insufficienza numerica dei posti letto delle strutture alberghiere della provincia di Reggio Calabria. Il Presidente di Unioncamere Calabria Dott. Lucio Dattola ha messo in evidenza l’influenza che hanno le scelte politiche sullo sviluppo del turismo e l’andamento economico negativo è frutto di scelte sbagliate anche se  la ricettività ha una certa dimensione certamente da ampliare ma non la sola causa delle criticità in cui questo settore versa in provincia di Reggio. Il Segretario provinciale del PRI Paolo Raffa nel concludere i lavori ha evidenziato come dagli interventi è emerso che c’è tanto da fare per far partire lo sviluppo del turismo per creare lavoro e sviluppo socio economico in un territorio sofferente, ma altresì ha fatto rilevare le tante scelte errate fatte dalla classe politica nel recente passato come l’inserimento dei pontili nel porto di Reggio Calabria che è un’infrastruttura nazionale senza piano regolatore portuale. Il Segretario provinciale in particolare ha indicato la necessità di proseguire l’adeguamento e l’ammodernamento dell’autostrada A3 Salerno Reggio Calabria che non può certamente fermarsi a Campo Calabro ma deve raggiungere la più grande città della Calabria con l’Aeroporto dello Stretto per poi proseguire con la realizzazione della Nuova Strada Statale 106 per collegare il territorio della locride, al fine di realizzare infrastrutture viarie di livello europeo nella prospettiva che possa concretamente prendere forma la costituzione della città metropolitana.

Partito Repubblicano Italiano - Consociazione di Reggio Calabria - Sezione "Raffaello Sardiello" Via Roma n.7 - 89123 - Reggio Calabria
Note Legali | Privacy | Termini d'uso | Webmaster