"Un popolo di incazzati"

di Alessandro Mastronardi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ovvero come non rendersi conto che le cose devono cambiare. Gli italiani sono, da sempre, considerati bonaccioni da imbrogliare con gli imbonitori da fiera. Talvolta però si stufano e reagiscono malamente verso chi li ha illusi con promesse mai mantenute. È quanto accaduto e continuerà ad accadere al partito di quel tal Silvio cui Bottiglione voleva concedere un salvacondotto per lasciare l’Italia, come si soleva fare anche nell’antica Grecia con chi aveva agito ai danni della Repubblica, previa la confisca dei beni accumulati in maniera poco chiara. Ma lui, imperterrito, cerca di riprendersi facendo affidamento sulla insipienza ed incapacità degli avversari. E cerca sponda anche con Cordero di Montezemolo. Ricordo che tempo addietro l’ex a.d. della Fiat Romiti ebbe a dire che in un suo incontro con Craxi, questi ebbe a chiedergli alla loro presenza quale fra Berlusconi e Montezemolo fosse il più imbroglione. Al che Romiti, e non mi risulta vi sia stata richiesta di smentita, rispose che gettando una moneta in aria sarebbe caduta di cozzo per l’indecisione. Craxi, che di imbrogli si intendeva, aveva anticipato di decenni quello che poi sarebbe stato il contratto con gli italiani stipulato nel salotto del manutengolo Vespa. Ora si vuole attribuire al governo Monti la causa della sconfitta del Pdl, quasi non siano mai esistiti gli anni delle menzogne. In tutto questo il Pri, pur mantenendo la sua lealtà di patto elettorale, ha cercato coi limiti dovuti alla sua rappresentanza numerica parlamentare, di fare critiche ed osservazioni sugli impegni disattesi,il più delle volte inascoltato. Ha saputo mantenere la sua identità quando tanti invece vi hanno rinunciato. E’ quindi nella condizione di parlare agli italiani senza remore, continuando nella sua azione per costruire una Italia migliore.

Partito Repubblicano Italiano - Consociazione di Reggio Calabria - Sezione "Raffaello Sardiello" Via Roma n.7 - 89123 - Reggio Calabria
Note Legali | Privacy | Termini d'uso | Webmaster