"Panta rei"

di Alessandro Mastronardi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PANTA REI. Saranno ignoranti, ma quanto a furbizia non li batte nessuno. Come gli animali, fanno ricorso all’istinto per sopravvivere. E lo fanno senza conoscere il concetto filosofico di Eraclito del “panta rei” tutto scorre o, per essere più attuali applicando il concetto di “ caliti juncu ca sciumara passa” di alvariana memoria, ma attuandolo con arroganza. Riduzione del numero dei parlamentari, riduzione dei loro appannaggi, riduzione dei finanziamenti-rimborsi ai partiti, riduzione delle auto blu e scorta al seguito indice di status symbol. Parliamone, parliamone, tanto tutto scorre e la gente dimentica facilmente, ma sino a quando ? E’ pur vero che la buona politica ha bisogno di finanziamento pubblico, ma bisogna intendersi fra i rimborsi elettorali e lo scialacquamento. Se il buon Bersani, orfano di banche, vuole il suo tesoretto e Alfano e Casini gli tengono bordone siamo al ritorno del consociativismo più becero. E non è accettabile, specie quando il resto della popolazione è alla fame. Eppure hanno il coraggio di non accettare alcuna riduzione tanto, dicono, panta rei.

Partito Repubblicano Italiano - Consociazione di Reggio Calabria - Sezione "Raffaello Sardiello" Via Roma n.7 - 89123 - Reggio Calabria
Note Legali | Privacy | Termini d'uso | Webmaster